Vincere al Baccarat

Il Baccarat è a metà tra un gioco di fortuna e un gioco di strategia. La fortuna ovviamente ricopre un peso importante, ma non si deve pensare assolutamente che sia l’unico fattore decisivo dell’esito di una partita di baccarat.

Concretamente, ogni giocatore deve avere come proprio obiettivo quello di ridurre il più possibile il vantaggio che il mazziere ha dall’inizio del gioco.
Il baccarat si gioca con un numero di mazzi che può andare da 3 a 8. Ovviamente più mazzi si utilizzano e più risulta difficile effettuare alcuni calcoli in base alle carte che escono. Ogni mano può coinvolgere fino a 14 giocatori: in questo caso potremo tenere conto di più carte, ma al tempo stesso dovremo farlo più velocemente.
Per vincere al baccarat, ogni partecipante può puntare o sul giocatore, o sul banco, oppure sul pareggio. Il pareggio è pagato ben 8 a 1, contro il 2 a 1 degli altri due casi. Anche se la puntata del banco può sembrare più vantaggiosa sul lungo termine, bisogna considerare che per la puntata sul banco si paga anche una commissione.
Per vincere al baccarat ci sono vari sistemi, che anche se non vi daranno mai la certezza del successo, aiuteranno di certo le vostre probabilità di vincita. Uno di questi sistemi è quello che prevede di sfruttare il più possibile le sequenze, ovvero il susseguirsi degli esiti “perso” e “vinto” . Le possibili 5 mani che si susseguono in 32 sequenze (una sequenza è ad esempio v, p, p, v, p) possono portare a calcolare che uscita una di queste sequenze, man mano hanno sempre più probabilità di uscire le altre sequenze restanti. Così, se esce v, p, p , v, p è difficile che questa si ripresenti esattamente in questo modo nelle successive 31 sequenze.
Un altro sistema molto conosciuto è quello Martingale, chiamato anche del Raddoppio, che consiste nel raddoppiare la puntata precedente nel caso la si sia persa.